Barcellona stratosferico: annientato il Valladolid

In un incontro dominato dall’inizio alla fine, valevole per la 11ª giornata del massimo campionato spagnolo, il Barcellona batte sonoramente il Valladolid, segnando in 5 occasioni.

Il protagonista del match è sicuramente Lionel Messi come già anticipato dalle quote dei migliori bookmakers online, che si rende autore di 2 gol e 2 assist vincenti, e si guadagna una ennesima standing ovation da parte della tifoseria blaugrana. 

Per il club catalano vanno in rete anche Lenglet, Vidal e Suarez. Gli sconfitti invece devono accontentarsi di un’unica realizzazione, targata Kiko Olivas.

Le azioni salienti della gara

Dopo poco più di un minuto dal fischio di inizio, Lenglet firma la prima rete blaugrana con una conclusione potente: l’avversario Barba devia leggermente, ma alla fine la sfera si deposita in rete. 

Al 15′ il Valladolid trova il momentaneo pareggio dagli sviluppi di una punizione. Michel calcia dal vertice sinistro dell’area, e il portiere blaugrana Ter Stegen respinge male il tiro. Così Kiko Olivas, a due passi dalla porta, ne approfitta e trova la rete.  

Al 29′ un fantastico assist di Messi per Vidal consente a quest’ultimo di andare in gol, e riportare nuovamente il club catalano in vantaggio.

Al 34′ un tiro a giro col sinistro di Messi, dai 27 metri, finisce sotto l’incrocio dei pali. Per l’argentino si tratta del 50° gol in carriera da calcio di punizione in gare ufficiali (tra Barcellona e nazionale).

Al 54′ De Jong serve Messi, che a sua volta passa ad Ansu Fati. Quest’ultimo prova la conclusione, che viene deviata dal difensore avversario Salisu, e d’istinto il portiere Masip riesce ad evitare il gol.

Al 75′ Rakitic serve Messi che, mirando all’angolino basso, conclude con un sinistro dal limite dell’area e sigla il 4-1.

Al 77′ su assist di Messi, Suarez conclude con un diagonale di destro, e realizza un altro gol per la sua squadra.

Nei minuti di recupero, Suarez entra in area e serve Messi che clamorosamente, pur trovandosi a due passi, non riesce ad inquadrare la porta. 

Il match si chiude quindi sul risultato di 5-1, e i catalani possono continuare a sognare in grande. Dopo una serie di 5 risultati utili consecutivi, il Valladolid deve invece rassegnarsi ad una pesantissima umiliazione.

Il prossimo impegno in campionato del Barcellona sarà fuori casa contro il Levante. Si preannuncia una nuova vittoria per la formazione blaugrana, e probabilmente si verificheranno anche tante reti. Andare su un ottimo sito di scommesse come Melbet Login e puntare sul successo e/o sui tanti gol del club catalano nella sua prossima partita, ha molte possibilità di rivelarsi un’ottima idea.

Icardi escluso dai suoi connazionali nel Psg, inizia male la sua avventura

Inizia l’esperienza di Icardi nel Paris Saint Germain. L’ex giocatore dell’Inter, sarebbe stato accolto in maniera piuttosto fredda da parte degli altri giocatori che provengono dall’Argentina e dal Sud America come lui, in particolare Paredes e Di Maria. Non sono chiari i motivi di questa competizione interna ma ciò che certo è che Icardi non sembra particolarmente soddisfatto del clima che si è venuto a creare nello spogliatoio della formazione parigina. Secondo quello che emerge all’esterno, sembrerebbe che il giocatore abbia una sorta di difficoltà a interagire con gli altri. 

I motivi dell’atteggiamento ostile degli Argentini contro Icardi

Nello specifico, a incrinare il rapporto con gli altri argentini sarebbe stato Messi. Infatti sia Paredes che Di Maria sarebbero molto amici di Lionel Messi che è amico fraterno di Maxi Lopez. Maxi Lopez è l’ex marito di Wanda Nara, attuale moglie nonchè agente di Mauro Icardi. In realtà tra loro c’è stato un problema di non poco conto perché i due erano molto amici e Icardi, gli e avrebbe soffiato la ragazza. 

I due calciatori argentini quindi, in pratica non sono stati molto gentili nei confronti del connazionale che si sarebbe trovato in difficoltà proprio per questo motivo. Però sembrerebbe che con gli altri si sia creato un ottimo rapporto. Infatti, con i nuovi acquisti è stato in grado di riuscire a cucire subito una bella amicizia. In particolare, con Keylor Navas e Sergio Rigo, che sarebbero i due giocatori con cui è stato immortalato più spesso. Insomma, la difficoltà sta con la vecchia guardia del Paris Saint Germain che sebbene siano tutti i connazionali di Icardi e sono tutt’altro che ben predisposti nei loro confronti. 

Il ruolo di Icardi al Psg

Ciò che è certo è che quello che conta, è il gioco quindi alla fine Icardi sarà chiamato a garantire dei risultati e soprattutto la sua prestazione, soprattutto in Champions League. In questa competizione infatti che sia Cavani che Mbappe non giocano e Neymar è squalificato. E’ l’occasione quindi per Icardi per far emergere il suo talento e cercare di dare un apporto positivo alla squadra in termini di gol e di punti, quotato come Primo Marcatore su https://www.betn1-it.net

Stefano Pioli nuovo mister del Milan, ecco i suoi obiettivi

Sarà Stefano Pioli il nuovo allenatore del Milan. La società rossonera lo ha comunicato in via ufficiale dopo le prime sette giornate di campionato in cui Marco Giampaolo, l’ex tecnico, non era stato in grado di fornire le soddisfazioni che la società si aspettava. Stefano Pioli, di origine parmigiana, ha firmato un contratto biennale ed è già pronto per i riflettori di Milanello. Nelle scorse settimane, i principali portali e agenzie di scommesse avevano dato il via ad un vero e proprio “toto allenatore” che aveva coinvolto migliaia di utenti.

Una vera e propria avventura per il tecnico che ha sottolineato quanto per lui sia importante questo incarico in uno dei club più famosi di tutto il pianeta. Di certo, l’obiettivo è cercare di fare il miglior gioco possibile grazie anche alla presenza di grandi giocatori all’interno del club rossonero. La notizia della scelta di Stefano Pioli come allenatore del Milan non ha suscitato grande entusiasmo nella tifoseria che è alquanto scettica. 

Questo atteggiamento non sembra, però, aver sconvolto Pioli che ha spiegato in modo chiaro che utilizzerà questo scetticismo come stimolo per cercare di dare i migliori risultati possibili. Pioli ha anche affermato che il lavoro più grande sarà sulla “testa” dei giocatori, ovvero sulla loro mentalità. Sono giorni importanti per cercare di preparare le prossime partite all’insegna di vittorie e conquiste. Anche la società si è detta più che soddisfatta della scelta fatta e sembra ci sia ottima sintonia con il nuovo tecnico. 

Stefano Pioli è anche intervenuto sul suo collega Marco Giampaolo, sottolineando come, pur rispettandolo molto dal punto di vista professionale, i due abbiano delle strategie sulle partite completamente diverse. Tra le più grandi difficoltà che dovrà affrontare Stefano Pioli piuttosto, vi è quella di cercare di far capire come il suo gioco deve essere fatto in modo tale che la svolta possa avvenire in fretta. Pioli si dice molto positivo, nonostante la grande responsabilità che gli hanno affidato e vuole fare in modo che la squadra possa essere il più coesa possibile. 

Adesso nel mirino ci sono tutti i prossimi appuntamenti, in modo tale da cercare di raggiungere l’obiettivo della stagione, ovvero quella di andare in Champions League dove gli appassionati potranno fare le loro scommesse online (quotata nelle prime 4 a 12 volte la posta sulle scommesse di Librabet). Pioli, nel corso della conferenza stampa a Milanello, ha anche sottolineato come apprezzi molto la rosa di giocatori a disposizione e ha un po’ glissato rispetto a quelle che sono state le sue pregresse esperienze, in particolare, quella all’Inter. 

In merito invece alle condizioni fisiche dei giocatori, oltre ad apprezzarne la maggior parte come ad esempio Piatek, Paqueta, Leao, Suso, Pioli ha sottolineato infine, che sarà difficile capire effettivamente quali sono i loro status fisici attuali senza iniziare ad allenarli. Quali saranno i suoi “preferiti”? Intanto sui siti di scommesse, già si impazza per indovinare i risultati del prossimo match, prima prova per il tecnico Pioli. 

Roma pronta alla sfida dell’Europa League

L’Europa League sta per aprire le danze e già iniziano le prime preparazioni sulla scia di una allenamento all’ultimo sangue, molto duro e difficile da affrontare. La Roma sarà all’altezza della situazione infatti, che il tecnico punti all’atteggiamento duro che di certo dovranno temere i giallorossi. E’ una sfida davvero all’ultimo sangue quella della Roma in Europa League, che cerca di recuperare i palcoscenici del teatro europeo. Nella fase a gironi, dovrà affrontare nei prossimi giorni l’Istanbul Basaksair. Si tratta della prima partita degli esordi in questa competizione europea che è diventata sempre più importante nel corso degli anni. L’obiettivo è quello di superare il girone e di cercare di fare bella figura anche nel calcio che conta.

La promessa di Fonseca alla tifoseria giallorossa

Alla tifoseria la società Fonseca infatti, ha promesso per tutti coloro che amano i giallorossi il massimo impegno. Si tratta di un obiettivo importante, quello di superare il girone d’Europa League e cercare di fare più punti possibili in tutte le gare. Oltre all’Istanbul e a tutte le caratteristiche tecniche della formazione turca, i giallorossi dovranno affonda affrontare anche il Wolfsberg. Inoltre a far parte del girone E anche la il Borussia Gladbach. Si tratta di formazione di tutto rispetto in questi livelli calcistici che ovviamente richiedono il massimo impegno da parte della formazione giallorossa.

Le scelte dell’allenatore tra turnover e riconferma

E’ stato nei giorni scorsi proprio il tecnico a far sapere che probabilmente nel corso dell’Europa League sarà molto possibile che sarà applicato il meccanismo del turnover. Nella formazione potrebbero rientrare anche giocatori come Pastore, ma la cosa importante, è che potranno avere l’occasione di gioco tutti coloro che sono fisicamente e mentalmente pronti a questa importante sfida. Nonostante però il turnover, dalla dirigenza giallorossa vi è l’assicurazione di poter garantire comunque un’ottima prestazione in modo tale da riuscire a tenere alta la testa anche contro i nemici turchi. Nelle prossime ore sarà decisa la formazione ufficiale mentre intanto, saranno trovate soluzioni differenti che saranno sicuramente utili, specie qualora la Roma dovesse superare il girone di Europa League.

Civita Castellana ricorda l’ex allenatore Alfredo Ciucci

Le società calcistiche di Civita Castellana ricordano Alfredo Ciucci. Infatti, nelle scorse settimane vi è stato un torneo di calcio dedicato proprio alla memoria di Alfredo Ciucci. Si tratta dell’ex allenatore calcistico che è stato fondamentale per la storia sportiva di Civita Castellana. E’ la seconda edizione del triangolare calcistico organizzato per ricordare questa storica figura del mondo sportivo locale. Il triangolare è stato dedicato ai valori che hanno contraddistinto l’uomo, prima che lo sportivo. Infatti, quest’anno il torneo è stato particolarmente speciale anche perché avrebbe compiuto 100 anni. A vincere il torneo è stata la squadra ASD JFG calcio.

La storia di Alfredo Ciucci ed il legame con Civita Castellana

Alfredo Ciucci è stato uno storico allenatore della città sportivo che ha le sue origini a Civita Castellana. È per questo che nel corso degli anni è sempre stato preso come un esempio per quanto riguarda i valori calcistici in senso lato. La manifestazione ha visto la partecipazione di decine e decine di persone che hanno assistito a tutte le partite ed inoltre, erano presenti anche tante istituzioni. Infatti, oltre ai familiari di Alfredo Ciucci, vi erano anche i vertici dell’amministrazione comunale di Civita Castellana oltre al delegato Coni di Viterbo Ugo Baldi. Presente anche il presidente della FIGC di Viterbo, Renzo Lucarini che ha partecipato invece alla cerimonia di premiazione. In particolare, è stato un momento molto emozionante quello in cui a ricordare il mister Alfredo Ciucci, vi erano i suoi cari. Anche i rappresentanti dell’amministrazione comunale hanno voluto sottolineare le caratteristiche umane e personali oltre che quelle sportive di Alfredo Ciucci mentre le squadre si contendevano il titolo.

Le squadre che hanno partecipato al triangolare e i risultati

Il memoriale Alfredo Ciucci nasce con lo scopo di ricordare la figura dell’ ex allenatore della città di Civita Castellana. In realtà però, è stato anche un momento sportivo importante basti pensare al fatto che è stato seguito da decine e decine di persone. A partecipare alla competizione ASD Civita Castellana calcio e la ASD Fc Sassacci insieme alla vincitrice ASD Jfg calcio.